VINI DELL'ABRUZZO

I vini dell'Abruzzo: vini abruzzesi DOC, DOCG e IGT

I vini dell'Abruzzo soltanto recentemente hanno ricevuto il giusto riconoscimento dell'opinione pubblica sul loro effettivo valore.

I vini dell'Abruzzo sono stati infatti per molti secoli valutati molto meno di quello che meriterebbero. Questi vini sono stati infatti per molto tempo relegati al ruolo di comprimari e miglioratori di altre produzioni.

Le uve dei vini dell'Abruzzo

Il vitigno principale da cui vengono prodotti i vini dell'Abruzzo è sicuramente il Trebbiano. Questa tipologia di uva dà luogo alla gran parte dei vini bianchi mentre le uve nere più utilizzate sono il Cerasuolo d'Abruzzo ed il Montepulciano. Ultimamente si sono aggiunte a completare una produzione abbastanza importante il Pinot Grigio e Bianco, il Riesling Italico e Renano. Ultima DOCG cconcessa alla regione in ordine di tempo è quella del Montepulciano Colline Teramane.

La produzione di vini in Abruzzo

La produzione annua di vino in Abruzzo si aggira attorno ai quattro milioni di ettolitri in certe annate abbondanti.

Trebbiano d'Abruzzo DOC

Vino bianco direttamente dalla regione Abruzzo: vino Trebbiano d'Abruzzo

Uno dei vini più tipici della regione Abruzzo è il vino Trebbiano d'Abruzzo DOC e il vitigno viene coltivato dal sedicesimo secolo.

Il vino Trebbiano d'Abruzzo è un vino bianco e viene composto da uve caratteristici quali Trebbiano d'Abruzzo (minimo 85%) ed altri vitigni a bacca bianca.

Vino Trebbiano d'Abruzzo: profumo e gusto

Un vino di qualità ha l’obbligo di soddisfare, attraverso le insite proprietà organolettiche, l’olfatto ed il palato di colui che lo degusta ed in questo il vino Trebbiano d'Abruzzo sembra riuscire senza difficoltà.

Aprendo una bottiglia il vino Trebbiano d'Abruzzo sfoggia un colore giallo paglia mentre al naso risulta delicato e vinoso con aromi di frutta secca e mela Golden. Ma è il sapore quello che separa un vino di qualità dai vini di tutti i giorni. Assaporandolo il vino Trebbiano d'Abruzzo risulta sapido e secco con fondo ammandorlato.

Gradi del Trebbiano d'Abruzzo DOC e invecchiamento

Il Trebbiano d'Abruzzo è un vino avente una percentuale alcolica di 11 gradi circa mentre il periodo di invecchiamento dopo il quale è consigliata la sua consumazione è di alcuni mesi e non anni. Tutti gli anni sono prodotti all’incirca 200000 ettolitri di vino Trebbiano d'Abruzzo i quali danno luogo a più o meno 27000000 bottiglie.

Le località dell’Italia nei quali la produzione del Trebbiano d'Abruzzo è più presente sono i territori di Controguerra, Loreto Aprutino, Notaresco, San Martino sulla Marruccina.

Il vino Trebbiano d'Abruzzo a tavola

Saper associare ai piatti più saporiti un buon vino è una delle cose che valorizzano la tua cena. Il vino Trebbiano d'Abruzzo è adatto in particolar modo ad abbinarsi con antipasti di mare, piatti di verdure, minestre, carni bianche.

Vino Controguerra Ciliegiolo DOC

Vino rosato prestigioso dalla regione Abruzzo: vino Controguerra Ciliegiolo

Nella presente sezione del sito ci accingiamo ad esporre le proprietà salienti del vino Controguerra Ciliegiolo per tutti gli estimatori di vino rosato DOC della regione Abruzzo, ottimo prodotto della tradizione vinicola di quei luoghi.

Il Controguerra Ciliegiolo viene realizzato attraverso la vendemmia di viti presenti nei territori di Controguerra, Torano, Nuovo, Ancarano, Corropoli, Colonnella, Teramo da cui deriva un un vino caratteristico e inconfondibile: le uve Ciliegiolo.

Vino Controguerra Ciliegiolo all'olfatto ed al gusto

L'atto di degustare un vino DOC si concretizza l'analisi sensoriale; è dunque attraverso che emergono tutte quante le caratteristiche naturali di un vino pregiato.

Deriva dalla selezione degli uvaggi che lo compongono il vino Controguerra Ciliegiolo il colore rosato tendente al cerasuolo proprio dellla DOC che delizia gli occhi. All'olfatto il vino Controguerra Ciliegiolo appare delicatamente fruttato, contemporaneamente in bocca ciò che emerge è un sapore asciutto e armonico.

Come abbinare a tavola il Vino Controguerra Ciliegiolo

Spesso il segreto di una pietanza riuscita perfettamente risulta essere semplicemente l'abilità di poterla abbinare con il vino pregiato più indicato motivo per cui risulta preferibile servire il vino Controguerra Ciliegiolo ad una temperatura di servizio di più o meno 15-16 gradi con primi piatti, piatti di pesci elaborati.

Vino Montepulciano d'Abruzzo DOC

Il vino Montepulciano d'Abruzzo: vino rosso prestigioso dalla regione Abruzzo

Per tutti gli estimatori di vino rosso DOC della regione Abruzzo nella presente pagina del sito andiamo ad elencare le proprietà salienti del vino Montepulciano d'Abruzzo, ottimo prodotto della coltura della vite locale.

Il Montepulciano d'Abruzzo nasce attraverso la vendemmia di vitigni coltivati nei territori di Chieti, L'Aquila, Pescara, Teramo che si trasformano in un vino unico e inconfondibile: le uve Montepulciano ed altre uve non aromatiche.

Vino Montepulciano d'Abruzzo all'olfatto ed al gusto

L'atto di degustare un vino pregiato contempla l'esame dei sensi; è dunque attraverso gusto, vista e l'olfatto che si possono apprezzare tutte le caratteristiche organolettiche naturali di un vino importante.

Consegue dalla qualità degli uvaggi utilizzati il vino Montepulciano d'Abruzzo il colore rosso rubino intenso con lievi sfumature violacee, tendente al granato se invecchiato della DOC che appaga gli occhi. Al naso il vino Montepulciano d'Abruzzo appare intenso ed etereo, di frutti rossi e spezie, allo stesso modo assaporandolo ciò che si evidenzia risulta essere un gusto giustamente tannico, pieno, asciutto e armonico.

Con che cosa si abbina il vino Montepulciano d'Abruzzo

Risulta consigliabile mettere in tavola il vino Montepulciano d'Abruzzo ad una temperatura di servizio di circa 17-19 gradi con tutto il pasto, arrosti e selvaggina poichè spesso il segreto di una pietanza riuscita perfettamente risulta essere proprio l'abilità di poterla portare in tavola con il vino di qualità maggiormente adatto.

Vino Montepulciano d'Abruzzo Colline Teramane DOCG

Vino rosso di qualità dalla regione Abruzzo: vino Montepulciano d'Abruzzo Colline Teramane

Nella presente sezione del sito andiamo ad esporre le proprietà principali che contraddistingono il vino Montepulciano d'Abruzzo Colline Teramane per accontentare coloro che sono estimatori di vino rosso DOCG della regione Abruzzo, ottimo derivato della coltura della vite di quei luoghi.

E'attraverso l'utilzzo di uve Montepulciano più eventuali aggiunte di Sangiovese che prende vita il Montepulciano d'Abruzzo Colline Teramane, vitigni coltivati nei territori di Teramo che si trasformano in un vino caratteristico e inimitabile.

Vino Montepulciano d'Abruzzo Colline Teramane: profumo e gusto

E' con l'olfatto, il gusto e la vista che emergono tutte quante le proprietà naturali di un vino importante; è per questo che l'atto di degustare un vino DOC contempla l'esame dei 5 sensi.

Consegue dalla selezione dei vitigni che lo compongono il vino Montepulciano d'Abruzzo Colline Teramane il colore rosso rubino intenso con venature sul viola proprio dellla DOCG il quale delizia gli occhi. Assaporandolo quello che si evidenzia è un gusto asciutto, robusto, pieno, velluatato e armonico, allo stesso modo al naso il vino Montepulciano d'Abruzzo Colline Teramane si dimostra etereo e intenso.

La gradazione del Montepulciano d'Abruzzo Colline Teramane risulta approssimativamente 12, 5 gradi invece il giusto periodo di invecchiamento passato il quale è consigliabile aprire il vino risulta di all'incirca 24 mesi.! Il corretto periodo di maturazione passato il quale è preferibile consumare il vino è di circa 24 mesi invece la gradazione del Montepulciano d'Abruzzo Colline Teramane è all'incirca di 12, 5 gradi.

Con che cosa si abbina il vino Montepulciano d'Abruzzo Colline Teramane

Frequentemente il segreto di una ricetta riuscita alla perfezione risulta essere proprio la capacità di saperla portare in tavola con il vino di qualità maggiormente indicato motivo per cui risulta preferibile servire il vino Montepulciano d'Abruzzo Colline Teramane ad una temperatura di circa 18-22 gradi assieme a carni rosse, arrosti, grigliate, selvaggina, formaggi maturi.